DISCO volante INFERNO
martedì 19 giugno
dalle 18.00 

De core. Il marziano è vivo e lotta insieme a noi.‘ (Edizioni il galeone.) è una graphic novel collettiva, la rivisitazione in chiave moderna di ‘Un marziano a Roma’ di Ennio Flaiano.
A differenza del racconto dello scrittore abruzzese l’aeronave non atterra a Villa Borghese, ma viene abbattuto, in un quartiere periferico, al grido “Io li odio i negri dello spazio”.
Il marziano è dato per disperso, ma nessuno lo cerca. Non interessa. E così inizia a vagare.
Tor Sapienza, Centocelle, Quarticciolo, il Pigneto, Primavalle, al marziano di “De core” si presenta una Roma ai margini, che sembra aver perso la sua carica di accoglienza popolare, di mutuo aiuto e solidarietà e che appare assolutamente
respingente e intollerante.


Eltilf Pep, Croma (Claudia Romagnoli), Jump (Gianpiero Giorgio), Marco BevivinoALADIN HUSSAIN AL BARADUNIMarta BianchiAndro MalisMauro SgarbiEnrico AstolfiEr Pinto, Yest sono gli illustratori, fumettari e street artist, che hanno raccontato, ognuno a proprio modo, questa storia assolutamente attuale.
Una favola sulla diversità.
Un grido d’allarme che pagina dopo pagina vuole scuotere il lettore perché “siamo tutti marziani dentro”.

con
COBOL PONGIDE
Cobol Pongide suona un Cosmique Pop elettrico mediante giocattoli e macchine analogiche: tutto graffiato dal Commodore 64 che gli regalarono nel lontano natale del
1988 e da cui mai più si è separato.
Le canzoni dei Cobol Pongide, cantate in italiano, parlano dell’epopea cosmonautica e dell’era spaziale di terza generazione, quella dedicata alla rilevazione degli esopianeti e all’esplorazione delle lune del sistema solare, in cerca di superterre e specie aliene pluricellulari (magari senzienti).

+
LIVE PAINTING DI YEST sul quarto e ultimo sportello di Inferno (se ancora non sai cos’è pentiti e poi vieni a scoprirlo!)

Pin It on Pinterest